Direttamente dalla proprietà dello Spezia Calcio, che ringraziamo vivamente, è stata data estrema fiducia alla nostra società, ed in particolar modo al nostro titolare Pier Luca Delucchi, affidandoci l’incarico di occuparci, in qualità di general contractor, della realizzazione dell’opera che nel suo complesso arriva ad avere un’estensione di circa 3000 mq., partendo dalla parte progettuale per arrivare a quella esecutiva, diventando quindi “responsabili dei modi e dei metodi utilizzati per la progettazione ed esecuzione dell’opera, responsabili della fornitura di tutti i materiali, di tutti i lavoratori e dei servizi necessari per il completamento” come scritto in una parte dell’ articolo pubblicato sul Secolo XIX del 18/05/13 VIAGGIO NEL CENTRO SPORTIVO FERDEGHINI BENVENUTI NEL MONDO INCANTATO DI SPEZIALAND che racconta appunto la storia di questo impianto e quindi anche di noi.
E’ stato quindi deciso di condividere lo sviluppo del  progetto con l’arch. Enrico Frigerio, persona da noi considerata preparata ed affidabile per riuscire in un’impresa a dir poco ardua e cioè ultimare il Ferdeghini entro l’estate 2013.  Gli intenti del titolare Pier Luca Delucchi e dell’ing. Enrico Frigerio sono stati sin da subito quelli di realizzare un centro sportivo all’avanguardia, dove si incontrassero efficienza, funzionalità e risparmio energetico, rispettoso di quanto richiesto dai regolamenti e dalle normative federali, che vedesse l’impiego di materiali e dettagli che garantissero alla nuova struttura di ben integrarsi  con il carattere della città legato al porto ed all’industria e di mantenere inalterate nel tempo prestazioni e qualità, sempre rivolgendo la massima attenzione alla necessità di contenimento dei costi nel suo complesso ed alla necessità di velocizzare i tempi di costruzione.

E proprio in merito ai  tempi  impiegati, vogliamo spendere alcune parole per descrivere l’estrema celerità con cui la nostra impresa e tutti i soggetti coinvolti sono riusciti a portare a termine il compito a noi affidato, nonostante  il perdurare per molti mesi di condizioni metereologiche avverse, e che come questo sia il risultato di un impegno serio e costante, di uno spirito di unità e di collaborazione, uniti alla indubbia capacità organizzativa dimostrata, messi in campo dalla direzione e da parte di tutto il nostro personale dipendente coinvolto.

Intervento:

  • Demolizione della tribuna in cemento armato esistente;
  • Escavazione per le fondamenta del nuovo edificio;
  • Realizzazione di muri perimetrali e struttura in cemento armato composta da piano interrato, piano terra, primo piano e tribuna integrata;
  • Posa di elementi strutturali prefabbricati a secco;
  • Realizzazione di copertura in carpenteria metallica della tribuna;
  • Realizzazione di facciate ventilate, coperture e serramenti;
  • Realizzazione di impianti meccanici;
  • Realizzazione di impianti elettrici e speciali;
  • Opere murarie interne per realizzazione di tramezze, intonaci, pavimentazioni, controsoffittature e coloriture;
  • Opere murarie esterne per pavimentazioni, parcheggi e sistemazione area destinata a verde;
  • Finiture di interni con serramenti ed arredi.

Svolgimento opere...

I lavori di realizzazione del nuovo impianto sportivo sono iniziati nel marzo 2012 con un’importante opera di demolizione della vecchia struttura in cemento armato dell’impianto sportivo “Bruno Ferdeghini” che si trovava in pessime condizioni, con diversi problemi strutturali e che per come era stata costruita non consentiva alcun  intervento conservativo in grado di portare a risultati soddisfacenti.
All’interno dell’area di cantiere abbiamo organizzato un impianto di riciclaggio dove il materiale proveniente dalle demolizioni della vecchia tribuna, anziché essere smaltito come rifiuto, veniva prima separato tra ferro d’armatura, destinato a recupero, e calcestruzzo e murature che invece veniva triturato, sminuzzato e con l’aggiunta di prodotti specifici,  diventava  idoneo per essere impiegato nella realizzazione del nuovo campo a 11 in sintetico come fondo in stabilizzato, con un minor impatto ambientale ed una considerevole diminuzione dei costi, arrivando a riciclare oltre il 70% del manufatto esistente.
Finite le demolizioni abbiamo proseguito con la massima celerità alla formazione dello scavo per le fondamenta del nuovo edificio e successivamente con l’imponente  lavoro per la realizzazione delle strutture in cemento armato, arrivando a gettare circa 600 m.c. di calcestruzzo in una unica giornata per l’intera platea del piano interrato, la base di tutta la struttura, avente superficie di oltre 900 m.q.!
Successivamente abbiamo proseguito con i lavori di costruzione, coordinando, gestendo e fornendo assistenza ai diversi subappalti concessi alle migliori ditte specializzate  nei vari ambiti di intervento,  con sistemi prefabbricati a montaggio meccanico ed alla posa delle coperture e delle facciate ventilate, coibentate con un sistema di isolamento termico, attraverso le seguenti fasi principali:

  1. Realizzazione della scheletro con la posa della struttura prefabbricata a secco composta da pilastri in C.A.V., travi PREM autoportanti e banchinate, solai a lastre tralicciate e gradoni in C.A.V. autoportanti;
  2. Posa di struttura in carpenteria metallica tralicciata con giunzione a piena penetrazione e giunzione bullonata ad alta resistenza, a copertura della tribuna, dell’edificio a falde , del dehor e delle scale esterne.
  3. Realizzazione di copertura per la zona tribuna, per la zona edificio e per la zona bar in pannelli sandwich costituiti da lamiera superiore grecata in alluminio, coibentata in poliuretano espanso,  con gronde perimetrali e mantovane in alluminio, compreso sistema linea vita.
  4. Realizzazione di facciata ventilata composta da lamiera grecata in alluminio con interposto strato di isolamento in polistirene espanso, la cui coibentazione richiede meno energia in inverno e rende più fresco l’edificio in estate.
  5. Posa di serramenti esterni in alluminio ed ampie vetrate con un dettaglio costruttivo che permettono la vista  verso l’esterno, ma non dall’esterno verso l’interno.

Sono stati realizzati sofisticati impianti meccanici (idrici, di riscaldamento, di condizionamento, di aspirazione e recupero) che per soluzioni tecnologiche ed impiantistiche adottate, consentono un risparmio energetico pari al 50% di una costruzione dello stesso tipo, permettono inoltre di riscaldare gli spogliatoi con un sistema radiante a pavimento che offre un elevato confort e che richiede meno energia per il suo funzionamento e dove 90 mq di pannelli solari montati sulla copertura della tribuna coprono il 65% del fabbisogno per l’acqua calda delle docce e 40 mq di pannelli fotovoltaici producono circa 6.000 kWh/anno.
L’edificio è anche dotato di un impianto elettrico importante, diviso in due sezioni che sono alimentate in bassa tensione da due contatori differenti.

Gli impianti che sono stati realizzati sono i seguenti:
  • Impianto di protezione e messa a terra;
  • Impianto di distribuzione e FM;
  • Impianti di illuminazione normale e di sicurezza;  
  • Impianti di illuminazione perimetrale;
  • Impianti di illuminazione tribuna;
  • Impianto di antintrusione;
  • Impianto videocitofonico;
  • Impianto di telecamere a circuito chiuso.
  • Predisposizione impianti telefonici.
  • Impianti elettrici a supporto degli impianti meccanici.

Durante la realizzazione dell’opera abbiamo curato ogni aspetto lavorativo coordinando tutta la forza lavoro impiegata, dando assistenza ai vari subappalti presenti in cantiere e provvedendo ad eseguire le lavorazioni di finitura relativamente agli interni ed agli esterni.